18 – 27 Ottobre 2019

Si precisa che la nostra società non è collegata in alcun modo con la società che organizza Eurochocolate, ma propone e organizza in totale autonomia i viaggi per visitare la manifestazione

pianta cacao

 

Oggi ci diamo al giardinaggio, e parliamo della già nota pianta di cacao, ma sotto un altro aspetto. Torniamo alle “radici” della pianta e esploriamo tutte le proprietà di questa particolarissima pianta.

La pianta di cacao e la sua famiglia

Il cacao arriva direttamente da un albero che porta il nome di Theobroma cacao, appartenente alla famiglia delle Sterculiacee o Malvacee, che cresce tra le latitudini 10°N e 10°S, in zone equatoriali calde ed umide. Clima, questo, che permette la suo crescita rigogliosa: ricordiamo che il cacao è infatti una pianta sempreverde che arriva ad un massimo di 6 m di altezza, e che può vivere anche più di 100 anni.

La provenienza dell’albero del cacao: ipotesi e prove scientifiche

Secondo alcuni la pianta del cacao è originaria del Messico, ma in realtà la sua esatta provenienza non è mai stata identificata e non mancano piantagioni anche in Venezuela e Honduras. Secondo altri invece l’albero proviene dalle foreste pluviali brasiliane. A livello scientifico però è stato dimostrato che la culla del cacao, e quindi del cioccolato, è la valle del fiume Ulùa.

Tempi di fioritura, bacche di cacao e coltivazioni

pianta cacaoIl cacao albero presenta due cicli semestrali di fioritura, quando la pianta si copre di piccoli fiorellini bianchi e rosa che ne adornano tronco e rami. Questi, una volta fecondati, daranno vita alla bacca di cacao, meglio nota come carbossa. Va precisato però che le piante iniziano a fruttificare dopo il 5/6 anno dopo essere state trapiantate.

Le foglie, invece, sono lucide ed ovali e si trovano soprattutto nella parte superiore della pianta ed hanno la caratteristica di essere persistenti.

La bacca di cacao assomiglia ad un melone dalla buccia verde e dal colore verde/violastro che raggiunge la piena maturazione dopo almeno 6 mesi. A questo punto avrà raggiunto una colorazione arancio e verrà raccolte con grande cautela per evitare di danneggiare i rami.

La buccia viene poi incisa con un unico preso movimento e le fave poste al suo interno vengono prelevate per essere tostate.

Questo avviene per ben due volte l’anno: tra ottobre e marzo, e tra maggio ed agosto.

 I 5 fattori chiave

Ecco qui di seguito le reali condizioni secondo cui questa bella pianta cresce e fruttifica per “regalare” a tutti noi i chicchi di cacao che vengono lavorati per produrre il cioccolato. Per crescere adeguatamente infatti sono necessari diversi fattori, tutti essenziali.

1. La temperatura

La pianta cresce generalmente quando la situazione climatica esterna è tra i 18 e 32 gradi. In un clima in cui la temperatura scende al di sotto dei 18 gradi l’albero può subire diversi danni, mentre temperature troppo alte vengono generalmente sopportate specie se l’umidità è alta. Un clima secco infatti non è adatto.

pianta cacao2. La piogge e l’acqua

Nelle zone equatoriali l’abbondanza di piogge è estremamente importante perché permettono una buona crescita dell’albero. Le piogge devono essere abbondanti ed eterogenee durante tutto l’anno, infatti un periodo di secca che supera i sei mesi può irrimediabilmente provocare danni alle radici ed al fusto.

3. L’umidità

Questo particolare è essenziale per l’albero di cacao. L’umidità deve essere molto alta, tra i 70 ed il 100%, come ci si aspetta da un tipico ambiente tropicale.

 4. La terra

Il terreno adatto alla crescita delle bacche deve avere un’ottima capacità drenante e deve essere capace di mantenere alto il tasso di umidità. Completano il tutto un composizione di base in cui non manchino: sabbia, argilla e pietre. Il terreno deve avere un ph acido leggero, o addirittura neutro, e deve essere ricco di sostanze nutritive di diverso genere, in particolare potassio.

5. Il sole e la luce

Come per ogni pianta che esiste sulla Terra, anche per l’albero di cacao la luce gioca un ruolo importantissimo. Nonostante sia originario di una zona tropicale, la pianta del cacao predilige una forte illuminazione ma indiretta, crescendo così al riparo delle altre piante che lo coprono con le loro folte chiome. Le piante che crescono intorno all’albero e che lo proteggono vengono chiamare piante madri del cacao.