18 – 27 Ottobre 2019

Si precisa che la nostra società non è collegata in alcun modo con la società che organizza Eurochocolate, ma propone e organizza in totale autonomia i viaggi per visitare la manifestazione

Melodie al cacao: ascoltando il cioccolato

Sapete cosa sono le melodie al cacao? Sapevate che il cioccolato ha un suono? Nel caso delle tavolette, lo schiocco netto e nitido che sentite quando il quadrato di cioccolata che avete scelto viene masticato, non è un suono qualunque. Non solo, infatti, denota differenti tipologie di preparazione, come nel caso del cioccolato di Modica che grazie alla presenza del sale produce un suono più sabbioso, ma ne descrive anche la qualità!

I veri intenditori di cioccolato individuano dal suono la quantità di cacao, la consistenza e quanto il prodotto è omogeneo nei suoi ingredienti. Una buona cristallizzazione e una percentuale maggiore di fondente creano un suono ben differente dal più cremoso cioccolato al latte, dalla musica più morbida grazie alla maggiore percentuale grassa, contenuta al suo interno. Ma, la sinfonia di gusti del cibo degli Dei ha anche una storia di connubio con la musica vera e propria…

Melodie al cacao: cioccolata calda e dolce suonare

Ai tempi di Mozart, si usava sorseggiare tazze di cioccolata calda mentre si ascoltavano concerti dal vivo, nei palazzi nobiliari o nei locali dell’alta borghesia.

Anche a teatro si componevano opere liriche e balletti, dove il tema della cioccolata non veniva mai a mancare: dal desiderio della serva che porta la cioccolata ma non può mangiarne in “Così fan tutte” di Mozart, all’attesa della tazza di cioccolata per la colazione del mattino da parte del padrone ne “La serva padrona” di Pergolesi, ad opere composte per i reali ed i loro gusti raffinati (“La danza dei Gianduiotti”, Mascagni, 1930).

Erano intenditori di squisite ricette e golosi di cioccolata anche i musicisti stessi e le loro consorti, come Verdi, la moglie di Spontini, Rossini ed altri ancora.

Melodie al cacao- cioccolatini di Mozart

Melodie al cacao: dolce, stuzzicata, provocatoria gola

Anche in tempi più recenti questa passione rimane in tanti artisti del mondo sonoro:

  • Pupo, in “Gelato al cioccolato” (1979), canta “un bacio al cioccolato io te l’ho rubato, tu gelato al cioccolato”;
  • Ornella Vanoni con “Rossetto e cioccolato” (1995) si mostra romantica e poetica nei versi “si fa così, rossetto e cioccolato, che non mangiarli sarebbe un peccato, si cuoce a fuoco lento mescolando con sentimento”;
  • “Un amore da favola” dell’album “Mangio troppo cioccolato” di Giorgia, della casa discografica Dischi di cioccolata (1997), canta tra le note “sogno un amore da favola e mangio troppa cioccolata”;
  • I Cranberries in “Chocolate Brown” (2001) intonano, dopo un morso di cacao, “per favore non farmi sentire colpevole, scuro cioccolato”;
  • Kylie Minogue canta “fammi sciogliere lentamente, come cioccolata” nel suo “Chocolate” (2003);
  • “Chocolate” dei Soul Control (2004) vocalizza allegro “C’mon, a choco choco, clap clap. A choco choco, slap slap. Everybody say a chocolate”;
  • Anche nei film si canticchia la cioccolata: Tom Hanks, in Polar Express (2004), intona, felice della sua cioccolata calda, “Hey, we got it! Hot! Hot! Hot Chocolate!”;
  • Eurochocolate introduce ogni anno colonne sonore per la festa più attesa del cioccolato e nel 2015 avvia un vero e proprio Dj Set che unisce musica e cioccolata e fa ballare insieme i visitatori del festival più famoso e atteso nel mondo del cacao.

Befana al cioccolato- cioccolatini

Melodie al cacao: degustazione a teatro

L’Antica Dolceria Rizza di Catania ha introdotto esattamente un anno fa “Ascolta i tuoi sensi”, un perfetto connubio tra musica e cioccolata: ha invitato i suoi clienti al teatro Bellini, per degustare i ” Cigni di Bellini – La Straniera “. In onore del compositore Bellini, vengono create e servite gustose praline di cioccolato di Modica con fave di cacao originarie dell’Ecuador: “un’opera d’arte per intenditori, che racchiude l’arte ed i sapori di Modica, della Sicilia e del Mediterraneo”.

Ottima iniziativa quella di rendere protagonisti assoluti musica e cioccolato. “Il profumo e il gusto del cioccolato si legano armonicamente al suono dell’opera, attivando tutti e cinque i sensi, fino a farvi sognare riempiendovi di emozioni il cuore” (Antica Dolceria Rizza).