18 – 27 Ottobre 2019

Si precisa che la nostra società non è collegata in alcun modo con la società che organizza Eurochocolate, ma propone e organizza in totale autonomia i viaggi per visitare la manifestazione

Cioccolatini per San Valentino

Un po’ di storia

San Valentino è quella che conosciamo tutti come la “Festa degli Innamorati”, esportata un po’ in tutto il mondo dall’Europa, oggi si festeggia quasi dappertutto: dall’ America all’Estremo Oriente. La Festa degli Innamorati esisteva già nell’antichità, era infatti la festa romana che portava il nome di “lupercalia”. Questa festa pagana era legata ai riti della fertilità e si festeggiava più precisamente il 15 febbraio. Tornando a noi, il vero “Valentino”, che ha dato origine e nome alla festa nostrana, fu il primo prete a celebrare un matrimonio inter-religioso tra un legionario romano e una giovane cristiana. Per il suo proselitismo venne martirizzato e così nel 496 d.C. in onore del suo lavoro la Chiesta stessa istituì la festa di San Valentino, per festeggiare l’amore in tutte le sue forme.

La tradizione dei biglietti d’amore invece si inaugurò in Inghilterra ad opera del Re francese Carlo d’Orléans, che nel XV secolo si ritrovò rinchiuso nella torre di Londra. Solo e sconsolato mandava continuamente lettere d’amore alla moglie in cui la definiva “ma très doulce Valentinée”, cioè “la mia dolcissima Valentina”.

Perché si regalano i cioccolatini a San Valentino?

Cioccolatini

Durante questa celebrazione si è soliti regalare cioccolatini o comunque dolci a forma di cuore preparati con del cioccolato. Perché però esiste questa radicata tradizione dolciaria?

Si fa risalire l’origine di questa tradizione al fatto che il cioccolato in passato non era così facile da reperire, data la sua lontana provenienza dalle Americhe del Sud. Per questo motivo regalarlo era molto costoso e chi lo riceveva poteva essere certo/a di aver ottenuto una cosa davvero molto preziosa. Inoltre, al cioccolato erano legate numerose proprietà afrodisiache, diventando così anche una vera e propria pozione d’amore per legare a se il/la proprio/a Valentino/a. Così ogni 14 febbraio, vediamo ancora coppie innamorate che si regalano gustosi dolci e cioccolatini.

Cosa si regala a San Valentino

In Spagna si predilige regalare alla propria metà dei grossi mazzi di rose rosse, mentre in Inghilterra si mandano regali e biglietti a parenti ed amici, non solo alla persona amata. In Olanda si punta sui cuori sì, ma di liquirizia!

Negli Stati Uniti invece, si mandano biglietti d’amore anonimi, tradizione che non risparmia nemmeno i più piccoli.

Il cioccolato quindi è famoso solo da noi? No, anche in Germania i giovani innamorati regalano grandi scatole di dolci alle proprie “Valentine”, in particolare cioccolatini ripieni di marzapane.

Il lontano luogo in cui però il cioccolato riscuote un grandissimo successo è un paese davvero inaspettato: il Giappone!

Regalo San Valentino

Nel paese del Sol Levante la festa di San Valentino è molto sentita, specie tra i giovani, e sono le donne a regalare deliziose ed elaborate scatole di cioccolatini. Il cioccolato però non viene recapitato solo ai propri innamorati, infatti le signore possono donare i cioccolatini a chi vogliono: dal collega di lavoro, al compagno di scuola, fino al proprio capo.

Esistono infatti dei diversi generi di cioccolato: il Giri Choko, o cioccolato del “dovere”, l’Omo Choko, il cioccolato da regalare agli amici maschi, e l’ultimo Homnei Choko, i famosi cioccolatini a forma di cuore da dare all’amato.

Ultima chicca: gli uomini giapponesi, che ricevono come regalo della cioccolata, devono ricambiare la signora in questione con dei cioccolatini bianchi, e solo bianchi, un mese dopo San Valentino, cioè il 14 marzo. Questo giorno è infatti conosciuto in Giappone come White Day.

Durante l’Eurochocolate, il festival internazionale del cioccolato, si tengono molti seminari sul cioccolato, le sue origini e le mille tradizioni che lo caratterizzano.